Mozzarella in carrozza rivisitata


Per il ciclo “amore senza confini” : friggere con più di 30 gradi in casa.

Notoria amante della mozzarella in carrozza, mi sono lanciata in questo “esperimento”, alla ricerca di qualcosa di diverso e gustoso.

Avevo giusto un paio di fette di pancarrè, quindi, rimosso il bordo (avevo le fette grandi quindi le ho tagliate in obliquo così da ottenere due bei triangoli), ho affettato la mozzarella, con fette di circa 1 cm, seguite da prosciutto cotto e besciamella un po’ densa (o pronta o potete farla, tanto non è troppo difficile: in un pentolino fondete una noce di burro a fuoco dolce e unite della farina mescolando con la frusta, dunque il latte freddo di frigo e mescolate finché non inizia a bollire; salate e lasciate cuocere ancora per 20 minuti); quindi chiudete il vostro “panino” e mettete da parte.

Prendete una ciotola e sbattete con la forchetta un paio di uova con un goccio di latte, sale e pepe.

In un’altra ciotola mettete invece della farina (o pangrattato). Mettete a scaldare l’olio per friggere e, a questo punto, passate i vostri sandwich prima nella farina, sigillando bene i bordi, e poi nell’uovo, controllando sempre che non esca nulla e che siano ben chiuse. (io sono per la doppia panatura se sono stato farciti così da evitare fuoriuscite).

Da ultimo passate alla frittura, le mozzarelle in carrozza dovranno soltanto dorarsi per bene, quindi sarà questione di pochi minuti per lato.

image

Annunci

5 thoughts on “Mozzarella in carrozza rivisitata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...