Zuppa di Cipolle ( alla francese )


Durante un aperitivo con vari amici ho scoperto, contrariamente a quanto pensavo, di non esser la sola ad amare le cipolle, così ho pensato di proporvi questo piatto, di origine francese, leggermente modificato per chi non possiede un forno/grill.

Prendete una confezione di cipolle bianche o dorate presso un qualsiasi supermercato (dalle 6 alle 8 circa). In mancanza potete utilizzare anche quelle rosse sebbene non siano previste dalla ricetta originale.

per prima cosa dovete preparare del brodo. A tal proposito potete ricorrere o ad un pezzo di carne / delle verdure oppure se non avete tempo anche ai classici dadi… quelli che utilizzo nella maggior parte dei casi anche io, dopo tutto siamo studenti, non cheff stellati!

  • mentre il brodo cuoce, pulite le vostre cipolle e le affettate finemente.
  • ora prendete una pentola bassa ed ampia (tipo quelle per i risotti) in grado di contenere le vostre cipolle e vi mettete 100 gr di burro (come sono fiscale oggi… diciamo 2-3 dita del panetto). Mi raccomando non ricorrete all’olio in mancanza di burro, ho provato una volta e francamente non lo consiglio!
  • fate rosolare le vostre cipolle senza che scuriscano in alcun punto e le fate andare per circa 10 minuti
  • quando sono dorate le spolverate con un filo di farina e le mescolate a fuoco basso per ancora qualche minuto
  • a questo punto dovete aggiungere il brodo, ecco qui dipende dai gusti personali, io la preferisco abbastanza densa ma c’è anche chi la fa tipo minestra. Credo in entrambi i casi sia meglio metterne meno in un primo momento e poi eventualmente aggiungerne ancora. Si lascia bollire per 30 minuti circa.

Mentre controllate la vostra zuppa, fate abbrustolire delle fette di pane.
Essendo una ricetta francese suppongo siano da preferirsi delle fette di baguette, tuttavia io sono (fieramente.. in alcuni momenti non così tanto in effetti) italiana e sostituiscono alla baguette il pane pugliese. In tal caso una fetta per persone sarà più che sufficiente.
ora due possibilità si presentano a voi:

per chi non possiede il forno:
una volta fatte abbrustolire depositate il pane in varie tazze o piatti fondi e lo ricoprite (come sempre la quantità cambia a seconda dei gusti) di gruyere (in mancanza di questo formaggio, io una volta ho utilizzato delle sottilette, ok l’effetto non è lo stesso, ma si può fare).
finalmente è giunta l’ora di versarvi sopra la zuppa bollente che scioglierà il formaggio e renderà morbidissimo il pane.

per chi possiede il forno:

  • mettete la zuppa nelle tazze (di cotto se possibile o altri materiali resistenti ad “alte” temperature per non far esplodere tutto)
  • disponete sulla superficie il pane abbrustolito
  • spolverate il tutto di gruyere (o altri formaggi simili)
  • mettete le vostre tazze in forno per far gratinare il formaggio (mi riferisco alla crosticina dorata che si forma…che bontà!)

ps: una volta assaggiato, vedete voi se è il caso di “aggiustare” con sale e pepe, io per prevenire l’arteriosclerosi evito il sale o quasi, ma voi mettetelo pure, a vostra discrezione insomma.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...